Avariati!

Ultima giornata sfortunata per due equipaggi della flottiglia italica: il terzo gode!

La locandina ufficiale
La locandina ufficiale

LA ROCHELLE - Campionato del Mondo - Race 8,9 e 10. Giornata cupa e fresca, con barche in acqua alle ore 9:00 e vento forte da nord-ovest. Le mute sono ancora bagnate dalla precedente giornata, ma sprezzanti del pericolo, i 3 equipaggi italiani scendono in acqua e si preparano a disputare l'ultima giornata del Campionato.

Le meduse non mancano all'appuntamento e prima della partenza fanno fuori, per l'ennesima volta, la pala del timone dei LeoCamp, che mesti e incazzati, fanno sobito rotta verso il porto dove, disarmati iniziano a disarmare...

In acqua non manca nulla e, puntuale alle 10:00, la Guiria apre le danze! E si balla davvero con 18 nodi e raffiche da 20.

Dopo la solita sequenza di false partenze e la rappresaglia della Blackflag, finalmente si parte per il rodeo. Rake al minimo, vang a manetta e fiocco spalancato spingono i 100 fireball verso la boa di bolina ad alta velocità. I due equipaggi italiani raggiungono la boa di bolina in discreta posizione, ma un improvviso boato mette fine ai sogni dei MinRond che vedono crollare il fiocco dall'albero e con esso i sogni di una rivincita finale.

I ManzAnn, senza avarie, non combinano nulla di buono ma restano in acqua a difendere il tricolore sino alla fine, migliorando nella 9° prova e piazzando un 40° posto all'ultima: meglio tardi che mai!

Classifica finale: LeoCam - 64° / ManzAnn - 83° / MinRond - 90°.

Si conclude così l'avventura in terra francese, certamente divertente e utile per avviare riflessioni sul nostro modo di regatare in Italia, senza lati al traverso, sulle nostre attrezzature inadeguate a competere in certe andature, e sulla necessità di impegnarci di più negli allenamenti per cercare di fare meglio in futuro.

Campati manotronca

La riparazione superficiale al timone innervosice il Campione: prestazione modesta

Riparazione fatta con i piedi!
Riparazione fatta con i piedi!

LA ROCHELLE - Campionato del Mondo - Race 7. Alla prima medusa, la riparazione messsa in atto dal Campati al timone dei favoriti, cede miseramente. Il nostri, vengono soccorsi dai MinRond, e poi dal un gommone appoggio. Poco vento, plurime partenze e attesa fino alle 15:00 quando finalmente dopo una risolutiva bandiera nera appioppata a 15 equipaggi, la regata ha inizio.

Stranamente MinRond riescono a partire decentemente e arrivano alla boa di bolina poco prima dei LeoCamp, dietro i ManzAnn.

Come da tradizione, i primi cominciano a cedere generosamente posizioni e i secondi le guadagnano.

Regata lenta ed estenuante, unica della giornata, che si conclude con LeoCamp al 35°, MinRond al 54° (migliore piazzamento a La Rochelle sinora) e ManzAnn al 59°.

Classifica provvisoria della flottiglia italica: LeoCam-41 ManzAnn-87 MinRond-88.

 

Stalle & Stelle

Una medusa stacca il timone al Leone alla 5° prova: per vendicarsi piazza un clamoroso 9° posto nella successiva

LA ROCHELLE - Campionato del Mondo - Races 5 e 6. Il pericoloso atlantico scatena le sue creature contro i favoriti del campionato e procura una grave avaria ai LeoCam che li costringe ad una riparazione di emergenza e li condanna al 95° posto nella quinta regata del campionato. Minotti e Manzi, senza avarie e nel pieno delle facoltà (?) si piazzano 80° e 87°.

L'orgoglio ferito, resuscita l'istinto felino del campione che finalmente azzecca una partenza, il bordo giusto e gira terzo la boa di bolina. "98 barche dietro pronte a fati il culo!": l'emozione è incontenibile e il felino comincia inesorabilmente a a cedere posizioni. Vento leggero e acqua calma, le condizioni preferite dai LeoCam gli permettono comunque di conservare sino alla fine un magnifico 9° piazzamento. MinRond non cambiano tattica né regolazioni e finiscono 83. Manzi, per sicurezza controlla che tutti siano arrivati e chiude ultimo.

La sera tutto ciò viene dimenticato grazie al Rum barbadoregno offerto a fiumi da una rappresentanza della magnifica isola come dono di invito per la partecipazine al prossimo campionato che si terrà nelle acque caraibiche ad aprile 2010.

Zampata finale

Umiliato nella terza prova da Minotti, il Leone piazza un 29esimo alla quarta regata: poi tanto rum!

Destinazione Bridgetown!
Destinazione Bridgetown!

LA ROCHELLE - Campionato del Mondo - Races 5 e 6. Il pericoloso atlantico scatena le sue creature contro i favoriti del campionato e procura una grave avaria ai LeoCam che li costringe ad una riparazione di emergenza e li condanna al 95° posto nella quinta regata del campionato. Minotti e Manzi, senza avarie e nel pieno delle facoltà (?) si piazzano 80° e 87°.

L'orgoglio ferito, resuscita l'istinto felino del campione che finalmente azzecca una partenza, il bordo giusto e gira terzo la boa di bolina. "98 barche dietro pronte a fati il culo!": l'emozione è incontenibile e il felino comincia inesorabilmente a a cedere posizioni. Vento leggero e acqua calma, le condizioni preferite dai LeoCam gli permettono comunque di conservare sino alla fine un magnifico 9° piazzamento. MinRond non cambiano tattica né regolazioni e finiscono 83. Manzi, per sicurezza controlla che tutti siano arrivati e chiude ultimo.

La sera tutto ciò viene dimenticato grazie al Rum barbadoregno offerto a fiumi da una rappresentanza della magnifica isola come dono di invito per la partecipazine al prossimo campionato che si terrà nelle acque caraibiche ad aprile 2010.

 

Leone avvelenato!

Un'ostrica al vibrione offerta dal Minottauro mette al tappeto il favorito al Mondiale Fireball

Negli occhi i segni dell'avvelenamento
Negli occhi i segni dell'avvelenamento

LA ROCHELLE - Campionato del Mondo - Race 1. 101 partecipanti. La prima giornata di regate parte in ritardo per carenza di vento e di acqua. La bassa marea (- 6 metri) impedisce agli equipaggi di entrare in acqua sino alle 15.00. Alle quattro finalmente la partenza con Leone avvelenatissimo, per l'ostrica, per la randa bocciata alla stazz e... per la fuga di notizie! Partenza sfortunata per i ras del lago di bracciano, che vengono costretti subito ad una penalizzazione di 720° per pompaggio.

Vento leggero e forte corrente sulla boa di bolina che diventa irraggiungibile.

Leone-Campati precipitano subito nel mucchio seguiti da Manzi-Annese e Minotti-Rondelli. La flotta si sgrana e fino all'ultima bolina le posizioni restano a metà classifica per Leone e Manzi mentre Minotti "chiude la fila" con solo 6 equipaggi dietro.

L'ultima bolina permette a quest'ultimo di salvare l'onore con un forte recupero e di chiudere al 77° posto. Manzi poco più avanti al 74° e Leone sempre più avvelenato al 57°.

Per la seconda giornata è previsto tempo instabile, vento leggero... e niente dissenteria.

A carte coperte

Il Minottauro fa pretattica e non mostra le potenzialità in vista del Mondiale

Minotti-Rondelli al bar della Società Regate Rochellese
Minotti-Rondelli al bar della Società Regate Rochellese

LA ROCHELLE - Al Campionato europeo, il Minottauro si piazza primo tra gli italiani ( ...e unico! ndr), sfoggiando una spettacolare scuffia nella prima prova e conquistando l'ambita bandiera nera nella seconda. Poi un incredibile 50esimo posto, seguito da piazzamenti via via crescenti e una conclusione sottotono al 72° posto su 86 partecipanti.

Indubbiamente una tattica difensiva volta a celare le reali potenzialità in vista delle regate del Campionato del Mondo da disputare nella settimana successiva.

Presdixit

Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso.

 

Veloscopo di Aprile

I rimedi del Dr. Capizzi

...l'importante è non spendere...

Sito ufficiale della Associazione Italiana Fireball
Sito ufficiale della Associazione Italiana Fireball